COMUNE FACILE

La soluzione "facile" per il sito del tuo Comune.
Con un solo inserimento, l'operatore del Comune aggiorna il sito, l'app e
invia senza ulteriore lavoro automaticamente la newsletter.

 

Pensato per il cittadino....facile per il Comune

Comune Facile  consente di gestire in maniera "facile il sito internet del Comune, l'app, la newsletter, l'Amministrazione Trasparente e
i Servizi on line
Il cittadino ha la possibilità di raggiungere attraverso dei percorsi guidati "Come fare per"  o per aree tematiche
 
 

Portale del Comune

Comune facile rispetta tutte le normative sul'accessibilità e sull'usabilità

L'aggiornamento dei contenuti non è stato mai così facile grazie all'utilizzo di modelli specializzati per il Comune
(ufficio, procedimenti, notizie, luoghi, associazioni) 

 
 
 
 

App comunale

L'APP  del comune consente di comunicare direttamente con i cittadini

Tutte le infomazioni del Comune direttamente sullo smartphone, Comunicazioni dirette e in tempo reale per/da i Cittadini.

 
 
 
 

Newsletter

L'informazione del sito del comune direttamente nella mail del cittadino

Con Comune Facile le newsletter vengono generate senza l'intervento dell'operatore e il cittadino è sempre aggiornato

 
 
 
Alcune referenze
 
 
 
 
 

Scarica la nostra app dedicata ai Comuni

 
 
 

Guarda il sito dedicato ai portali comunali e all'app per il comune

Quando nel 2003 decidemmo di affidarci a una piattaforma CMS per la gestione dei contenuti web istituzionali, ci domandammo quali dovessero essere i vincoli contrattuali che ci avrebbero legati con la società fornitrice di housing e assistenza sistemistica e quali invece con i produttori dei tanti software necessari alla realizzazione di un sito web e dei servizi da erogare. Come ente pubblico - ed esperienza personale - pensammo subito che la scelta più coerente e razionale sarebbe stata quella di basarci su sistema operativo Linux, noto per la stabilità, flessibilità, sicurezza e performance, e su prodotti open source, possibilimente gratuiti, in modo da concentrare i costi unicamente su sviluppo, adattamenti e assistenza.

Partendo da questi presupposti valutammo quali CMS facessero uso di server robusti, maturi e collaudati (es.: Apache, MySQL o PostreSQL) e di linguaggi compilati, più sicuri rispetto a quelli di scripting. La società teamQuality ci segnalò OpenCms, che sembrava rispondere a tutte le caratteristiche e requisiti da noi richiesti.

Fu una piacevole novità allora (con la versione 5.0 di OpenCms) poter visualizzare graficamente la struttura del sito web come un filesystem (tipo l’«Esplora risorse» di Microsoft Windows, per intenderci). La scrittura delle pagine web tramite editor visuale WYSIWYG (simile a Word) integrato nella piattaforma e le numerose funzionalità introdotte lato amministratore ci convinsero che la scelta di OpenCms era quella giusta. Da allora, sono passati 11 anni di proficua collaborazione con teamQuality e con le varie release di OpenCms impiegate.

  • Progetto di comunicazione grafica/stilistica del sito istituzionale, con particolare attenzione alle disposizioni previste dalla Legge 4/2004 (cd. Legge Stanca sull'accessibilità), adattabile ai principali dispositivi e risoluzioni grafiche;
  • Gestione semplificata per: modulistica, manualistica, bandi, eventi, news, calendario, avvisi e segnalazioni.
  • Template personalizzato bilingue per le vetrine promozionali dell’ente camerale (es.: marchi di qualità, con mappe georeferenziate di ogni struttura aderente ai rispettivi marchi).
  • Redazione diretta di contenuti da parte del personale individuato dall’ente camerale, con differenti livelli di privilegi di scrittura / pubblicazione per gruppi, user e cartelle precedentemente predefiniti.

OpenCms garantisce un’ampia duttilità e facilità nella gestione dei contenuti e di una pressoché totale autonomia al personale amministrativo per l’adeguamento, cancellazione, e arricchimento dei contenuti tramite editor integrato. Il CMS in questione si rivela ottimo e affidabile anche per il lavoro distribuito e concorrente, gestendo gli interventi senza perdita di dati. Oltre al sito istituzionale, utilizziamo OpenCms anche il sito dei video istituzionali. È in previsione per il 2015 l’accorpamento sulla stessa piattaforma di altri due siti tematici camerali.

Maggiori informazioni

Per fare maggiore chiarezza circa la consistenza del lavoro eseguito e per saggiare le considerazioni della Camera di Commercio a riguardo, rivolgiamo alcune domande a Marco Prezioso (responsabile Ufficio gestione sito internet e intranet camerale della Camera di Commercio di Bergamo)

La realizzazione del sito ha soddisfatto le esigenze dell’Ente?

Si, il personale di teamQuality si è rivelato molto preparato e disponibile. Le soluzioni ai nostri problemi sia gestionali che di comunicazione, sono state affrontate con grande capacità e professionalità. Il miglior riscontro è stato quello di non aver praticamente avuto “riscontri negativi” da parte dell’utenza del sito. E per un sito con una media di 1300 visitatori unici giornalieri è un dato davvero confortante.

L’uso di OpenCms è adeguato per gestire l’aggiornamento dei contenuti?

OpenCms ha potenzialità davvero sorprendenti e ogni major release porta con se nuove funzionalità. L’unica pecca di questo bellissimo CMS è di non avere ancora una grossa comunità di riferimento alle spalle, soprattutto in lingua italiana. Le aspettative poste nel neonato sito di OpenCmsItalia come punto di riferimento per gli sviluppatiori e utilizzatori italiani di OpenCms sono davvero molte.

In bocca al lupo!

15 settembre 2014

  • Pagine del sito: circa 1600 (comprese le notizie)
  • Documenti presenti: circa 3.000
  • Immagini presenti: circa 2.200
  • Pagine contenenti form per contattare direttamente l'Ente: 147
  • Pagine contententi mappe:  105
  • Visitatori unici: circa 170.000/anno
  • Visualizzazioni di pagina: circa 1.000.000/anno

Suggerimento

Contenuti diversi a seconda dei dispositivi

La decorazione (greca) a fianco  è visibile solo usando un pc destop o un tablet. Navigando con uno smartphone invece non sarà visualizzata.

 

 

 

...e il redattore può decidere, senza aver alcuna conoscenza di programmazione, quali contenuti pubblicare sui diversi dispositivi semplicemente con l'uso di un flag.